Ecco chi mi ha aiutato a risolvere i primi ostacoli della mia vita da freelance – PARTE SECONDA –

Bentornati lettori del blog!

Questo articolo si ricollega alla prima parte, che, se vi siete persi, potete leggere cliccando proprio qui.

Ed ora andiamo a continuare!

Ormai sono alcune settimane che utilizzo Colop Emark, perciò sono diventata abbastanza rodata!

Il suo utilizzo ad una prima occhiata sembra un po’ macchinoso, ma una volta presa la mano, diventa un gioco da ragazzi!

Colop Emark ha un’app, che si pColop Emark | Mistertimbriuò scaricare sia sul PC, sia sul cellulare/tablet, grazie alla quale si possono creare le impronte da stampare.

Dopo aver scaricato l’app, basterà aprirla e creare un proprio account con mail e password.

Poi si può accedere al programma di creazione e gestione. Sceglie l’utente, se cominciare da zero o se partire da uno dei modelli già predisposti, che l’app offre.

Dopo aver creato la bozza grafica, si possono aggiungere testi, immagini, stickers. Devo dire che il software mette a disposizione una ricca galleria per sbizzarrirsi con la fantasia!

Una delle cose che mi sono piaciute è stata quella di caricare il mio logo già in formato jpg e tenerlo tra le impronte da portarmi sempre dietro. Colop emark ha infatti un archivio, dove custodire le grafiche e i file che si caricano.

Quindi, ora che abbiamo a disposizione le nostre impronte, possiamo andare a “stamparle” sui documenti, che ci interessano.

Si posiziona Colop Emark sulla superficie in questione, poi si tocca la parte superiore dell’emark e si trascina lungo la superficie per far imprimere la grafica. Semplice, no? È anche molto divertente, provare per credere!

Grazie a Colop Emark, si possono portare i propri loghi, firme o file grafici ovunque ed imprimerli in pochi secondi ove necessitano!

 

 

Se ora vi sentite più confident riguardo a Colop Emark, basterà cliccare qui per metterlo nel vostro carrello e procedere poi all’acquisto!

Ed è proprio tutto ora!

Alla prossima!

Chiara

 

Potrebbero interessarti anche...